Blog del Comitato Attività Forte Marghera


Cantiere Corpo Luogo

Produzioni Artistiche (disegno, scultura, installazioni, performance) Formazione artistica (lavorazione del vetro a lume) Promozione artisti.

www.myspace.com/cantierecorpoluogo

www.andreapenzo.it

cantierecorpoluogo@gmail.com

Cantiere Corpo Luogo è entrato di recente al Forte, nonché a Mestre, con l’obiettivo di creare uno spazio di lavoro in costante evoluzione, fruibile dal cittadino, in cui sia possibile assistere alle fasi di creazione delle opere e confrontarsi sulla loro natura. Inoltre la creazione di alcune postazioni per la lavorazione del vetro, tramite cui sarà possibile insegnarne le tecniche, avvicinerà lo stesso alla città e renderà possibile una sua promozione alternativa, in un momento cruciale per la sua sopravvivenza.

Lo spazio del Forte verrà restituito al cittadino arricchito dagli interventi che vi saranno apportati.

“Il cantiere, dal latino cantherius , cavalletto di sostegno, è un qualsiasi posto di lavoro temporaneo che si sposti progressivamente come conseguenza dell’esecuzione del lavoro stesso. Generalmente i cantieri vengono approntati con lo scopo di costruire grossi manufatti”.

Cantiere Corpo Luogo nasce a Berlino il 1° agosto del 2009 davanti ai tubi a vista dei termosifoni delle case. Tubi belli, armonici, una spina dorsale non occultata dal muro piatto. Protetti e sorretti dalle

impalcature si costruiscono fondamenta e canalette da presentare con la massima eleganza il giorno dell’inaugurazione. La spina dorsale crea interesse. La gente la vuole vedere e toccare, illuminata com’è dai riflettori della stanza.

L’impresa presuppone un progetto di lunga durata, ma la terra traballa e allora il cantiere deve essere pronto a spostarsi per cercare i terreni più sicuri. La misura della persona è l’unica che permane e che possa essere investita di un progetto. Il luogo è ciò che si cerca di imbrigliare ma che, destabilizzato, sfugge. Mi sposto, quindi sono? Permango, quindi sono? Sono e basta, qui come altrove?

Il cantiere non canta, ma fa rumore. È lo scotto da pagare per le nuove nascite, le partorienti lo sanno e gridano per il dolore. Ma nulla trapela dai teloni fissati ai tubi, innocenti… Quello che c’è nascosto sotto nessuno lo sa, fino al momento dell’espoliazione.

Gli strumenti di lavoro del Cantiere sono molteplici: vetro, pittura, scultura, performance e scrittura, territori esplorati al fine di trovare il linguaggio più adatto ad esprimere dei contenuti, con l’ostinato proposito di non voler scegliere, ma di perseverare in questa pluralità di linguaggi, tutti atti a realizzare alcuni obiettivi primari:

– valorizzazione del vetro contemporaneo, privilegiandone l’aspetto artistico rispetto a quello produttivo;

– promozione di conferenze, workshop e lavorazione assistita del vetro a lume;

– produzioni artistiche personali;

– promozione di altri artisti;

– creazione di un collegamento tra cittadinanza e processo creativo nel campo dell’arte contemporanea.

Come obiettivo di lungo periodo, il Cantiere si propone un coinvolgimento più attivo della cittadinanza nel processo di creazione dell’opera d’arte stessa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: